Tag Archives: Rabbia

L’arte del perdono nei conflitti

In questo articolo illustrerò brevemente quanto ho appreso sulla lezione su come risolvere i conflitti relazionali, durante un seminario a cui ho partecipato come uditore presso il Dipartimento di Salute Mentale della Usl 5 di Pisa, che ha ospitato come relatori i monaci buddisti di Tìch Nhat Hanh.

Ho trovato la modalità proposta dai monaci così affascinante da sentire io stessa l’esigenza di descriverla in un articolo, così da diffondere i semi di pace e rispetto anche a chi non è potuto essere presente all’incontro.

E’ importante specificare che per applicare gli insegnamenti, è essenziale che sia presente da parte di tutte le persone coinvolte nel conflitto la volontà sincera di migliorare la relazione, nonché, come il lettore vedrà in seguito, una certa flessibilità di pensiero.

La prima azione da fare va applicata in maniera continuativa e paziente nel tempo e consiste, metaforicamente, nel “annaffiare il giardino del cuore” dell’altro.

Read More →

{lang: 'it'}

Perché la rabbia non passa?

Quando ci si arrabbia per qualcosa con qualcuno spesso è perché una aspettativa viene delusa e non si sa come rimpiazzarla. L’amico o il patner, il figlio adolescente o il collega di lavoro assumono un comportamento imprevisto, inaspettato, concedendo a loro stessi la “strana libertà” di fare delle loro vite quello che vogliono.

Si è usato un tono volutamente ironico per entrare nei panni della persona arrabbiata, sottolineandone il punto di vista fortemente egocentrico.

Quando è che la rabbia rimane?

La rabbia rimane quando è il punto di vista a non cambiare: si continua ad immaginare il “colpevole”  compiere la scellerata azione o pronunciare le infami parole senza riuscire a pensare ad altro. Read More →

{lang: 'it'}

Se sono arrabbiato è tutta colpa sua

La gestione della rabbia presuppone un impegno multifocale, su di sé, sull’altro, sulla relazione. Di conseguenza devono essere messe in gioco diverse abilità perché questa emozione non diventi qualcosa di nocivo o perfino distruttivo per chi la prova.

Se agita con impulso la rabbia ha spesso pesanti conseguenze sulla relazione, l’interlocutore si sente aggredito, spesso giudicato e si allontana per la troppa pressione a cui si sente sottoposto. Quando invece viene agita su se stessi, la rabbia induce a compiere azioni a rischio per la propria salute e incolumità (per esempio: guida in stato di ebbrezza, sessualità promiscua, bulimia, autolesionismo) o a sviluppare uno stato depressivo. Read More →

{lang: 'it'}

Non riesco proprio a superare la mia rabbia

In questo articolo verrà data una chiave di lettura in positivo della rabbia, riconoscendone la funzione e l’utilità, andando quindi oltre certi luoghi comuni secondo i quali nessuno si deve mai arrabbiare e chi lo fa è “cattivo” o da “biasimare”.

Cosa c’è dietro la rabbia?Quale è il suo scopo?

La rabbia avverte che una aspettativa importante è stata delusa, come quella per esempio per cui l’amico o il patner debba essere sempre sensibile e disponibile quando si ha bisogno di un suo aiuto. Read More →

{lang: 'it'}